Migala Black logo.jpg

Migala

World 'n' Folk Music

Progetto Migala nasce nel 2008 dall’incontro tra Davide Roberto ed Emilio Quaglieri, entrambi musicisti provenienti dagli studi universitari del Dams Musica. Il nome Migala è un omaggio a Giuseppe Mighali, noto come Pino Zimba, simbolo della rinascita della cultura musicale popolare salentina. “Migala” è anche l’antico nome della tarantola, simbolo predominante nella cultura Musicale Popolare Italiana di questi ultimi anni in cui si è riaffermato un nuovo folk revival.  

 

Attivo nell’ambito della musica live in acclamati club musicali romani e festival nazionali, il gruppo è caratterizzato da un lavoro di fusione e incontro tra scelte stilistiche che mirano a rappresentare in chiave World Music alcuni elementi del patrimonio musicale di tradizione orale del Centro Sud Italia. Composizioni originali o tratte dal repertorio tradizionale che spaziano tra sonorità afro mediterranee, balcaniche, latin, e della musica popolare tradizionale.

I brani originali e inediti firmati Migala hanno avuto il grande contributo di Pasqualino Ubaldini, compositore ed arrangiatore dalla fervente creatività, specializzato nelle sonorità jazz, ethno jazz e world con chitarra, bouzouki, oud, mandola, mandolino e chitarra portoghese. 

Nel 2014 viene pubblicato il disco “World ‘n’ Folk Music”: “Folk, tradizione balcanica, pizzica, taranta e tanto altro. Musica entusiasta, coinvolgente, che pervade le vene. Un viaggio alle prese con suoni del mediterraneo, che parte dalla più popolare musica napoletana e a poco a poco si addentra tra le stradine assolate del Salento e del suo popolo di tarantolati, raggiunge la savana africana e il suo sottofondo etnico, fino a scalare i Balcani a suon di folk della tradizione. […] Una commistione di generi che tenta di abbattere muri razziali e differenze di lingua e dialetto e lo fa con strumenti che vanno dal mandolino al tamburello, dal violino al flauto celtico, tutti magistralmente animati dalla band. È musica entusiasta, coinvolgente, che pervade le vene, il sangue ribolle e tu balli.” (Recensione Rockit 2014)

Il disco ha ottenuto anche dei notevoli riconoscimenti:   

• 1° posto "The Battle of the Bands" indetto dall'etichetta World Music Network con la traccia “Rotta a Levante” pubblicata nella compilation “The rough guide to the best world music you've never heard” 

• 3° Posto Classifica "Premio Critica" per la Rassegna "Musica Nelle Aie 2015" (Faenza)  

• Più di 500000 ascolti e più di 2000 download sul portale musicale “Jamendo

• Primo Posto con la traccia "Pizzingara" nella categoria "East European" della World Music Charts di Ethnocloud (Febbraio 2015)
• Secondo Posto con la traccia "Bicicletta" nella categoria "Gipsy" della World Music Charts di Ethnocloud (Febbraio 2021)

Obiettivo attuale della band è proseguire il sentiero musicale tracciato a partire dagli esordi del progetto, coinvolgendo sempre nuovi musicisti affermati che possano contribuire alla creazione di un linguaggio che connetta le diverse culture popolari e musicali, continuando a ricercare l’incontro tra i popoli attraverso la musica tradizionale in un’espressione originale e partecipativa.

L’attuale line up vede coinvolti: Davide Roberto (percussioni e voce), Elena Masullo (voce), Massimiliano Felice (organetto diatonico e chitarra), ed Ariele Cartocci (chitarra e bouzouki). 


Hanno collaborato e suonato con noi: Emilio Quaglieri, Mario Peperoni, Emanuele Lituri, Francesca Palombo, Paolo Pavan, Fabio Guandalini, Stefano Todarello, Antonio Pappadà, Natalino Frijia, Gianluca Zammarelli, Matteo Giuliani ed Andrea Marchesino.

ESPERIENZE ARTISTICHE:
• Festival Musica al Castello 2009 (Castelsardo - Sardegna)
• Murata Street Sound Festival 2009 (Arce – Fr)
• 7° Posto Centro-Italia Martelive 2010 (Roma)
• Festival "Di Voci e Di Suoni" 2010 (Caprarola)
• Popoli Festival in Salento 2010 e 2011 (Corsano – Specchia “notte bianca”- Le)
• 1° Posto Boville Etno Contest 2010 (Boville Ernica - Fr)
• Roma Tarantella Festival 2010 (Roma)
(Direzione Artistica Mimmo Epifani)
• Festival Arte Cultura Eventi Milo 2010 in Sicilia
(Direzione Artistica Franco Battiato)
• Rassegna Jazz Nartraradio Roma Teatro Fara Nume 2010 (Ostia)
• Teatro Arcobaleno 2010
• Teatro Valle Occupato 2011 (Roma)
• San Lorenzo Music Fest 2012 (Roma)
• Teatro Volturno Occupato 2012 (Roma)
• Roma RiSuona - Centro Culturale Elsa Morante (Roma)
• Musei in Musica Roma Capitale 2012
• Festival Toffia "Riviviamo il Centro Storico" (2014)
• 1° posto "The Battle of the Bands" indetto dall'Etichetta World Music Network - Aprile 2014 - (Regno Unito)
• 3° Posto Classifica "Premio Critica" per la Rassegna "Musica Nelle Aie 2015" (Faenza)
• Festival Mediterraneo dell'Incontro presso l'Auditorium Santa Chiara - Dicembre 2015 (Roma)
• Festival Contaminazioni presso Scuola di Musica Popolare di Testaccio - Edizione 2016 (Roma)
• Festival Adriatico Mediterraneo 2016 (Ancona)
• Festa del Sud 2016 presso Eataly (Roma)

• Contaminazioni presso Scuola di Musica Popolare di Testaccio - Edizione 2016 (Roma)


Progetto Migala combines ethnic musics (Afro- Mediterranean, Balkan, Latin, Irish…) with the sounds of the musical tradition of Southern Italy, looking for a personal interpretation of folk music and world music, in a world that is increasingly considered a “Global Village”. The name Migala is closely linked to the name of Pino Zimba: famous singer and “tamburello” player from Salento, who died in 2008. “Zimba” is the pseudonym of Giuseppe Mighali. “Mighali” comes from the word “Migala” that in the language of the Grecia Salentina indicates a type of tarantula. The tarantula is the central symbolic element in the cultural phenomenon of southern Italy known as “tarantism”. The group was founded in the spring of 2008 by Davide Roberto and Emilio Quaglieri, students in Musicology at the University of Tor Vergata in Rome. The group, initially created with the intention to reinterpreting traditional folk music of Southern Italy, shifts his interest in world music and the creative possibilities given by the combination of different ethnic musical styles. In this way we are able to exploit the different artistic backgrounds of the members of the band, mixing different styles, cultures, and musics.Our band also gives a modern interpretation of traditional folk music of Southern Italy like “pizzica”, “taranta”, “tarantella” and “tammurriata”. Our intent is a continuous research and experimentation in melting these different sounds. Migala tries to be a bridge between different musical styles, to express a “Culture of Peace”.